Ceramica e Arti Contemporanee

La ceramica come mezzo continua ad espandere la sua storia e diventare un attore importante nel mondo dell’arte, della storia dell’arte e dell’arte in generale.
I 100 anni della ceramica americana sottolineano i temi creativi che hanno ispirato l’arte ceramica per oltre un secolo. Tra gli artisti contemporanei che lavorano in ceramica, possiamo citare David Hockney, JD Anderson, David Anders, John Dornan, Jean-Claude Van Gogh e Jennie Hirschman.
La mostra presenta oltre 70 oggetti americani provenienti da selezionate collezioni locali e private. I recenti acquisti includono una collezione di ceramiche regalate in onore di Jules e Jeannette Aarons, così come opere di Jean-Claude Van Gogh, J. D. Anderson, David Anders e Jennie Hirschman.
Il lavoro di Coper è stato raccolto su larga scala prima e dopo la sua morte, ma mai esposto in un museo. Il suo lavoro è nelle collezioni del National Museum of American Art di Washington D. C. e dell’American Institute of Architects di New York.
La scozzese Jennifer Lee ha iniziato il suo lavoro come arazzo in ceramica dopo aver studiato al Royal College of Art di Londra. Ha scelto l’argilla come materiale principale e in seguito è diventata una delle artiste di maggior successo nel suo campo. Ispirati da artisti ceramici che l’hanno visitata per borse di studio negli Stati Uniti, i vasi di Lee sono tinti con ossidi metallici che vengono aggiunti all’argilla dopo la formazione.
Gli artisti ceramici non solo traggono ispirazione creativa dalla natura, ma la trasformano anche estraendo argilla e minerali dalla terra e trasformandoli in qualcosa di nuovo.
L’enfasi sulle forme naturali e organiche viene trasmessa all’arte della ceramica, ma anche a molte altre forme d’arte come la scultura, la pittura e la scultura in generale.
Gli artisti ceramici contemporanei hanno varcato i confini dell’arte antica, spesso con risultati spettacolari. Il paesaggio americano, che Wayne Higby, classe 1943, ha integrato nelle sue ceramiche in modo innovativo. Questo innovatore è illustrato da una piastrella chiamata “Pino” realizzata da Grueby Faience nel 1906-20.
Mike Byrne ha creato brocche da oggetti simili all’argilla che sembrano sia moderni che antichi. Le opere in ceramica dell’artista sono costituite da una varietà di materiali diversi come rame, ossido di rame e altri metalli e talvolta presentano forti contrasti cromatici e trame distintive. I reperti e gli elementi incisi in rame sono arricchiti con rivestimenti engo liquidi, che creano una patina diversa.
Dalle giunture stampate in 3D in pigiama che ripristinano i muscoli degli atleti alla stampa 3D del corpo umano, gli oggetti radicati nella decorazione, nel rituale e nell’utilità sono essi stessi di vasta portata. L’artista ha ridisegnato la ceramica come concetto di artigianato, ma i rituali e gli strumenti sono di vasta portata e presenta un’esplorazione di questo mezzo che commenta il suo passato e le sue intuizioni.
Le sue opere sono esposte al Museum of Contemporary Art di New York City e in numerose gallerie in tutto il mondo. La mostra, che comprende una collezione di sue ceramiche e altre opere della sua collezione, è stata posticipata alla primavera 2020 e, secondo l’artista, non sarà visibile fino all’apertura del nuovo museo nell’autunno 2019.
L’influenza di Bernard Leach sulla forma d’arte fu profonda e duratura. Fu il pioniere del concetto dell’artista-vasaio, che all’inizio del 20 ° secolo attraversò i confini tra la ceramica e altre forme d’arte come la pittura, la scultura e l’incisione.
Le sue opere erano caratterizzate dal loro stile semplice e utilitaristico, ma avevano una bellezza tranquilla che contrapponeva la ceramica delle arti visive delle generazioni precedenti.
Gli artisti ceramici contemporanei hanno ridefinito questa antica forma d’arte e spesso usano le stesse tecniche per creare oggetti e opere d’arte. La ceramica e la ceramica sono strumenti per l’auto-espressione e consentono agli artigiani di creare opere d’arte dall’argilla attraverso l’applicazione pratica.
JCCB 4, che riunisce 43 artisti provenienti da 23 paesi in tutto il mondo, mira a interpretare la storia da una prospettiva che può essere utilizzata per comprendere il futuro della pratica artistica della ceramica. Gli artisti ceramici sono elencati tra i primi 10 artisti ceramici più influenti di tutti i tempi. Ceramisti internazionali che attraversano ripetutamente i confini con il loro lavoro.
La Biennale non considera la storia dell’arte ceramica come una disciplina, ma esplora la storia del suono e il suo uso nei media attraverso un quadro più ampio della pratica artistica. JCCB indaga su come i concetti e le idee degli artisti siano legati alle loro diverse forme di espressione esplorando come l’argilla o la ceramica influenzino il loro processo creativo. Ceramica e argilla, come li chiamano gli organizzatori, sono considerati uno strumento importante per vedere come questi media sono utilizzati in una vasta gamma di contesti, non solo nel campo della ceramica, ma anche in altre discipline.