Cultura ceramica

L’arte ceramica ha prodotto molti stili all’interno della propria tradizione ed è stata copiata molte volte nel corso della storia della ceramica. L’ornamentazione dei tagli sonori è inizialmente geometrica ed è molto comune, e i modelli figurativi si trovano spesso molto presto.
La maggior parte delle collezioni nazionali di ceramiche si trovano in musei più generali, che includono tutte le opere d’arte o solo arte decorativa. I musei di ceramica sono collezioni che possono anche includere vetro e smalto, ma di solito si concentrano sulla ceramica (compresa la porcellana), ma ci sono molti altri tipi di ceramica, come vetro, vetro e persino articoli in metallo. Vediamo molti esempi di forme argenteria contemporanea, che sono state adottate dall’arte ceramica del Medioevo e l’inizio del 20 ° secolo, come ad esempio la serie “Posate in ceramica argento.”
Alcuni altri hanno collezioni internazionali che si concentrano su ceramiche provenienti dall’Europa o dall’Asia orientale, ma hanno una portata globale, come il National Museum of Fine Arts di New York City.
L’origine della ceramica cinese è la porcellana verde, che è una delle forme più popolari di ceramica in Europa e negli Stati Uniti. In Francia, in particolare, un’infatuazione nazionale per loro portò aristocratici e funzionari governativi, comprese le loro autorità aristocratiche e il loro governo.
Zibo nella provincia dello Shandong è una delle tre capitali cinesi della ceramica, insieme a Jingdezhen nello Jiangxi e Tangshan nell’Hebei. In generale, le ceramiche della provincia di Zhejiang sono indicate accademicamente e formalmente come porcellana verde, ceramica verde o anche ceramica blu. Durante il periodo tra 220 e 581 anni, era il principale produttore nel sud della Cina, ma la maggior parte della sua produzione era fatta di ceramica verde.
Zibo è noto per la sua produzione di porcellana per la casa, che è diventata l’esportazione più importante della città. Oggi, l’industria della ceramica è diventata un’importante fonte di reddito per Zibo e altre città nella provincia di Shandong e nel resto della Cina.
Per aumentare economica e culturale e di scambio con l’estero e di aumentare lo stato di Zibos come la capitale della ceramica, Zhang Jianguo, l’ex sindaco di Zibo, ha proposto di tenere una mostra internazionale della ceramica e per stabilire un professionista museo della ceramica di espandere culturali, economiche e di scambio con l’estero e per aumentare il suo status nel mondo. Il Jingdezhen Ceramic Institute ha organizzato la prima mostra internazionale di arte e cultura ceramica in Cina. Ciò ha notevolmente promosso lo sviluppo dell’industria ceramica e la promozione della cooperazione internazionale tra la Cina e altri paesi e, secondo Zhang, si è sviluppata nel nostro mondo.
L’Istituto ceramico di Jingdezhen ha molti artisti famosi che hanno ereditato le abilità ceramiche tradizionali e hanno evidenziato innovazioni nei materiali, nei processi, nelle forme e nelle decorazioni. Tuttavia, l’adattamento degli smalti Namako e delle piante ceramiche in combinazione con le tecniche tradizionali ha portato allo sviluppo di un nuovo tipo di arte e cultura ceramica in Cina.
Oggi, Shigaraki produce una vasta gamma di ceramiche, come porcellana, vetro e altre forme di ceramica. Il focus della produzione si è spostato dall’uso tradizionale di smalti e tecniche di smaltatura tradizionali allo sviluppo di nuove tecniche.
Shigaraki ceramica è radicata nella nostra vita quotidiana e le loro merci aumentare il nostro godimento della vita facendo pieno uso di loro. Nuove tecnologie sono state sviluppate in risposta alla domanda e ora stiamo cercando di diventare un centro globale per la ceramica, creando una nuova cultura dell’arte ceramica basata su tradizioni storiche.
Il governo giapponese ha dichiarato i beni Shigaraki un artigianato tradizionale giapponese nel 1976 e ha dichiarato la creazione di beni Onta un bene culturale immateriale nel 1995.
Negli anni di crescita economica dopo la guerra, il margine finanziario ha permesso alle persone di acquisire opere d’arte in ceramica. I mercati della ceramica si tenevano nelle ceramiche – in aree di produzione come Tokyo, Osaka e Kyoto. Dopo lo scoppio della bolla economica giapponese nei primi anni 1990, l’idea che la ceramica fosse più adatta alla vita quotidiana delle persone divenne sempre più popolare.
Le ceramiche dipinte Andersson trovato in Henan sono ora classificati come Miaodigou II beni culturali. La cultura di Yangshao è ancora una forte cultura archeologica e uno dei siti archeologici più importanti della Cina.
Nei tre decenni successivi alla scoperta di Andersson, il quadro è estremamente complesso: la maggior parte delle scoperte neolitiche nel nord della Cina sono attribuiti sia alle culture Yangshao o Longshan, e una ricchezza di culture riflette il numero impressionante di neoliti identificati in questi siti. La ceramica dipinta a colori neolitica della Cina mostra la varietà di ceramiche prodotte dalle culture neolitiche, come in luoghi sparsi dai Balcani alle Ande. Tuttavia, molte delle persone associate alle ceramiche dipinte devono ancora essere identificate a causa della confusione e della classificazione, che spesso oscura più che rivela.
Ceramica di Uruk (4000-3100 AC), dal nome della città sumera di Uruk, in coincidenza con la scoperta di un gran numero di ceramiche provenienti dalla stessa area nel nord del paese.